• Ingresso delle truppe alleate a Città di Castello, 22 luglio 1944
  • Primo raduno degli ex perseguitati politici della provincia di Perugia (1945). Fra gli ospiti, il terzo da sinistra nella fila in alto è l'avv. Mario Berlinguer, padre di Enrico, ex deputato aventiniano allora fra i massimi responsabili dell'Alto commissa
  • Partigiani della “S. Faustino Proletaria d'urto” in marcia
  • Partigiani jugoslavi della “Gramsci” a Norcia nel giugno 1944
  • 11.	Comando del battaglione “Tito” della brigata “Gramsci”. Al centro Svetozar Laković “Toso”
  • Partigiani della “S. Faustino Proletaria d'urto”

Monteneri Raffaello

Nasce a Perugia, 11 settembre 1890. Avvocato. Repubblicano. Figlio di Alessandro e Francesca Bartoccini, in giovane età fa parte del Comitato della Sezione perugina del Partito repubblicano.
Prende parte alla Prima guerra mondiale con il grado di Tenente e viene decorato con la croce al merito di guerra e la medaglia commemorativa. Dal 1919, è iscritto all’Associazione dei combattenti di Perugia.
Il 5 agosto 1925, il Pretore di Perugia lo condanna come portatore di sfida, ma non sconta la pena per amnistia. Esercita la libera professione di avvocato penalista e rimane vedovo nei prima anni venti. Vive con le due figlie, Francesca ed Elvira. In seguito vive insieme a Emanuela Ceramicola, dalla quale ha altri tre figli. Iscritto alla massoneria, insieme ai repubblicani Alfredo Abatini e Guglielmo Miliocchi, fa parte di Italia Libera e per questa ragione è considerato un sovversivo. La sua condotta politica, tuttavia, non suscita preoccupazioni. Le autorità di pubblica sicurezza vagliano più volte la sua posizione per radiarlo dall’elenco dei sovversivi, ma alla fine non procedono perché mantiene sempre le proprie idee repubblicane e avverse al regime.
Dopo la fine della Seconda guerra mondiale continua a svolgere la professione di avvocato. E’ Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati e procuratori di Perugia dal 1946 al 1963.
Muore a Perugia il 15 aprile 1968.


Matteo Aiani


Fonti e bibli.: Asp, Questura di Perugia, Schedati, b. 26 bis, fasc. 30; ivi, Fondo Monteneri, b. 18; Acs, Cpc, ad nomen.




  • Miliocchi Guglielmo Nasce a Perugia il 12 settembre 1873. Maestro elementare. Repubblicano. Combattente garibaldino, durante il regime viene annoverato tra gli schedati e sottoposto ad una costante vigilanza. Muore a Perugia il 14 dicembre 1958. LEGGI DI PIU' »
  • Abatini Alfredo Nasce a Perugia il 3 maggio 1892. Avvocato. Repubblicano. E' tra i fondatori a Perugia di «Italia Libera» e presidente del locale Cpln. Muore a Perugia il 28 agosto 1959. LEGGI DI PIU' »
bk
organizzazioni
formazione
luogo
orientamento