• Ingresso delle truppe alleate a Città di Castello, 22 luglio 1944
  • Primo raduno degli ex perseguitati politici della provincia di Perugia (1945). Fra gli ospiti, il terzo da sinistra nella fila in alto è l'avv. Mario Berlinguer, padre di Enrico, ex deputato aventiniano allora fra i massimi responsabili dell'Alto commissa
  • Partigiani della “S. Faustino Proletaria d'urto” in marcia
  • Partigiani jugoslavi della “Gramsci” a Norcia nel giugno 1944
  • 11.	Comando del battaglione “Tito” della brigata “Gramsci”. Al centro Svetozar Laković “Toso”
  • Partigiani della “S. Faustino Proletaria d'urto”

Bastianelli Angelo

Nasce a Badia Petroia, frazione di Città di Castello (Pg), il 1° giugno 1907. Calzolaio. Antifascista. Emigra per Nizza con la famiglia e con regolare passaporto nel giugno 1925. Dichiarato nel 1926 renitente alla leva, nel gennaio 1929 rientra in Italia per sottoporsi alla visita militare ed è riformato. Nel novembre 1936 parte per la Spagna e si arruola nel Battaglione Garibaldi; in seguito diventa sergente della 2ª Compagnia del l° Battaglione della Brigata Garibaldi. Nel settembre 1937 è promosso sottotenente, responsabile dell'intendenza del Battaglione. Al suo rientro in Francia è internato nel campo di internamento di Gurs. Nel novembre 1940 è segnalato perché svolge propaganda antifascista a S. Lorenzo del Varo (Nizza). Nel 1942 la polizia accerta la sua precedente presenza in Spagna in quanto il suo nominativo compare in un elenco di volontari italiani già combattenti nelle milizie rosse spagnole, rinvenuto a Parigi negli archivi della Sureté Nationale. 

Non si conosce né il luogo né la data di morte. 


Luciana Brunelli, Gianfranco Canali




bk
organizzazioni
formazione
luogo
orientamento