• Ingresso delle truppe alleate a Città di Castello, 22 luglio 1944
  • Primo raduno degli ex perseguitati politici della provincia di Perugia (1945). Fra gli ospiti, il terzo da sinistra nella fila in alto è l'avv. Mario Berlinguer, padre di Enrico, ex deputato aventiniano allora fra i massimi responsabili dell'Alto commissa
  • Partigiani della “S. Faustino Proletaria d'urto” in marcia
  • Partigiani jugoslavi della “Gramsci” a Norcia nel giugno 1944
  • 11.	Comando del battaglione “Tito” della brigata “Gramsci”. Al centro Svetozar Laković “Toso”
  • Partigiani della “S. Faustino Proletaria d'urto”

Arcangeli Teodorico

Nasce a Spoleto (Pg) il 27 marzo 1899. Falegname. Comunista. Combattente nella prima guerra mondiale. Nel primo dopoguerra è segnalato dalle autorità di Pubblica sicurezza (Ps) in quanto partecipante a manifestazioni di piazza. Nel 1921 risulta iscritto al Partito comunista d'Italia (Pcd'I), di cui è ritenuto fanatico propagandista tra i compagni di lavoro. Dal 1922 al 1924 emigra in Francia, successivamente rientra a Spoleto. Dal dicembre 1926, per due anni, è sottoposto a provvedimento di ammonizione. Dal 1933 le autorità non lo ritengono più pericoloso non avendo dato luogo a rilievi politici, né riportato condanne penali. Ciononostante, in quanto considerato non completamente ravveduto, continua ad essere vigilato. Dal 15 settembre 1943 è ricercato dalle autorità in quanto allontanatosi senza preavviso dalla sua residenza. Nel dopoguerra torna a risiedere a Spoleto, dove lavora come catramatore e dove muore il 26 gennaio 1968.
 

Angelo Bitti




Fonti e bibl.: Acs, Cpc, b. 175, ad nomen; Asp, Questura, Schedati, b. 2bis, fasc. 41.





  • Bedei Antonio Nasce a Spoleto (Pg) il 17 dicembre 1897. Falegnamo ebanista. Repubblicano. Schedato come antifascista dalla Ps, emigra in Francia dove muore il 23 marzo 1964. LEGGI DI PIU' »
bk
organizzazioni
formazione
luogo
orientamento